Feeds:
Articoli
Commenti

A new beginning

Mentre in Italia parliamo di nani e ballerine in volo verso la Sardegna, il resto del mondo va avanti…

Get Quiet

Oggi sono andato ad informarmi per andare in palestra e sono rimasto sconvolto da quanto fosse esagitata la tizia che mi doveva vendere l’abbonamento.
Mi ha praticamente ubriacato di numeri e percentuali irreali e alla fine neanche lei capiva più nulla.

Se mi iscriverò non sarà per le doti commerciali della tizia, ma per quel briciolo di amor proprio che mi suggerisce che, forse, questo fisichino lo dovremmo rimettere in sesto per l’estate.

Pubblicità

Strana la sensazione di questi ultimi giorni prima di lasciare il vecchio lavoro e, assieme a lui, tutto un mondo e un certo modo di lavorare.
E’ un misto di euforia, leggerezza, soddisfazione…c’è di tutto. Anche una buona dose di orgoglio per una sorta di rivalsa verso il modo in cui sono stato trattato.
E poi c’è sempre quella piacevole paura che ti prende quando stai per affrontare qualcosa di nuovo e con molte incognite, ma pur sempre qualcosa che ti sei scelto tu, liberamente.
Quindi eccomi qua, in attesa che questi ultimi giorni passino, in fretta ma non troppo in fretta per ritrovarmi poi di fronte un mondo nuovo.
E intanto mi godo questi giorni….e riapro le stanze del Dolphin Hotel

Araba Fenice

Sento che dovrei scrivere qualcosa, qualcosa per evitare la morte di questo blog da tempo abbandonato a se stesso. E nonostante la mia colpevole assenza, qualcuno ogni tanto passa di qua.
Vorrei trovare il modo di far rinascere questo blog dalle sue ceneri, come l’Araba Fenice.
Ma non trovo il modo. Non trovo l’ispirazione o anche più semplicemente un nuovo filo conduttore per dare un senso a tutto questo.
E’ da tempo immemorabile che non posto alcuna nuova canzone con testo e accordi (e dio solo sa da quanto non prendo in mano la mia chitarra). E’ da parecchio tempo poi che non posto un video del venerdì.
E non è solo questione di tempo, che è sempre poco, o del fatto di essere “distratto” da Facebook, ma credo più di stimoli.
Avrei voglia di rinnovare tutto, grafica, stile.
Alcune cose sono cambiate ultimamente, altre stanno per cambiare. Forse da tutto questo scaturirà un poco di linfa vitale per il Dolphin hotel.

Per il momento e per chi ancora, per sbaglio o per affetto, passa di qua, sappiate che Capitan Mongozo c’è ancora e prima o poi risorgerà dalle sue ceneri

Monday Night Fever

..e marted’, mercoledì, giovedì…
E’ da luned’ che ho l’influenza e soltanto oggi, forse, riuscirò a stare decentemente per 24 ore di fila. Non mi capitava da un pò di avere una influenza così forte. Beh in fondo posso dire di far parte delle statistiche nazionali ed essere uno degli X milioni di italiani a letto in questi giorni con l’Australiana.
Uhm, a proposito di Australia….no, non sto pensando alla Kidman (troooppo facile) …considerate piuttosto la mia passione per la musica…ecco mettete le due cose insieme ed otterrete gli INXS.
E così con questo volo pindarico, ma neanche tanto…siamo onesti!, vi posto un bel pezzo storico


INXS – Need you tonight

Volevo augurare a tutti uno psichedelico 2009, dove possiate vivere con passione ed entusiasmo le cose che più vi stanno a cuore, qualunque esse siano…..


Bono Vox – I’m the Walrus, dal film Across the Universe

E’ grazie ad Anas, che imperterrita viene a trovarmi, che trovo ancora un barlume di tempo per venire qui, aprire le finestre, fare cambiare un pò l’aria e riverniciare quella vecchia e sbiadita insegna color azzurro che recita “Dolphin Hotel”.

Anas, questo video è per te!

Green Day – When I come around

..che è esattamente dove mi trovo ora per lavoro. Anzi dove mi trovo oramai da quasi un mese e mezzo, salvo l’intervallo delle vacanze estive.

Il posto non è granchè, c’è sempre un diffuso odore di maiale dall’alba al tramonto, il progetto su cui sto lavorando non mi piace. A un passo dalla depressione mi è tornata in mente questa favolosa gag della Littizzetto, alias la pianista Nives, che riceve la telefonata di questo bimbo un pò troppo cresciuto che chiama, per l’appunto, dalla provincia di Brescia!

Rivedetevela!

Io sono qui

Questo mini post non ha nulla a che vedere con la canzone di Baglioni, sia ben chiaro.

E’ soltanto per dare un segno di vita, augurare a tutti gli ultimi residui ospiti del Dolphin Hotel un buon rientro alla vita di tutti i giorni dopo la pausa estiva.

E benchè trascurato, l’Hotel non ha intenzione di chiudere, ma punta ai suoi 2 anni di vita: è una minaccia, più che una promessa!

Le promesse lasciamole a Barack Obama, nella speranza che vinca e riesca a realizzarle, migliorando un pò il suo  Paese e di riflesso anche il resto del mondo. Noi che siamo in Italia proviamo a consolarci e a trovare un briciolo di entusiasmo alla festa del PD

Buon weekend a tutti

Capitan Mongozo

Road to nowhere

Ieri notte stavo vagabondando in macchina nella provincia Bresciana, cercando di raggiungere l’albergo dove alloggiavo per lavoro. Il tratto di autostrada chiuso era proprio proprio quello che serviva a me e che il pomeriggio dello stesso giorno avevo potuto percorrere senza problemi.

Con molta difficolta e rischio crisi isterica, e dopo aver consultato la mia dolcemetà armata di atlante stradale al telefono, ho imboccato la statale giusta e sono arrivato a destinazione.

In questo mio vagabondare mi sono ritrovato a mettere sul lettore cd un pezzo che calzava a meraviglia, Road to nowhere dei Talking Heads…è stato bello attraversare paesi deserti nel cuore della notte con questa canzone in forte sottofondo.

Scusate la latitanza, ma tranquilli il Dolphin Hotel non ha mica chiuso i battenti!

Buone vacanze a tutti